You are here: Home > I nostri Progetti > HIS (Hospital Informative System) > Pronto soccorso > Osservazione (O.B.I.)
Document Actions

Osservazione Breve Intensiva di pronto soccorso (O.B.I.)

L'attività di Osservazione Breve o Temporanea è iniziata negli anni '70 nei dipartimenti d'emergenza degli Stati PSOsservazione.jpgUniti e si è poi diffusa rapidamente negli altri paesi occidentali, fra cui l'Italia, per rendere il lavoro più efficace e soprattutto performante e sicuro per il paziente.

Infatti con l’O.B.I. possono essere attuati rapidi percorsi diagnostici e terapeutici (PDC), con risultati apprezzabili per il paziente e con il vantaggio di un risparmio economico rispetto ad un pari risultato ottenuto mediante un ricovero (DRG).

L'efficacia di tale soluzione organizzativa nel favorire l'appropriatezza dei ricoveri, si basa sulla possibilità, per gli operatori delle strutture, di utilizzare in forma concentrata nel tempo, appropriati strumenti diagnostici e terapeutici, nell'ambito di linee guida condivise, e/o di osservare (Vedi ns. paragrafo “percorso di cura diagnostico terapeutico per patologia contatto”), nel breve periodo, l'evoluzione del quadro clinico del paziente, prima di decidere circa la necessità del ricovero nei casi in cui questa non risulti già evidente dal quadro di presentazione al Pronto Soccorso del paziente, garantendo una maggiore appropriatezza all'accettazione del paziente nella struttura ospedaliera.
 
L'Osservazione Breve Intensiva è uno strumento a disposizione del medico di Pronto Soccorso per meglio gestire e monitorare una domanda di risorse e prestazioni sanitarie. in un momento in cui la riorganizzazione della rete ospedaliera, determina una progressiva riduzione dei posti letto.

I criteri e le motivazioni per cui devono essere definite le modalità di effettuazione sono:

• Stimolare la crescita professionale del personale del Pronto Soccorso
• Utilizzo dei percorsi di cura diagnostico terapeutico per patologia nell’ambito del dipartimento di emergenza.
• Ridurre il numero dei ricoveri
• Ridurre i ricoveri impropri
• Offrire qualità e comfort ai pazienti in fase di accertamento, trattamento e dimissione.
L'Osservazione Breve Intensiva garantisce una risposta a quella parte di pazienti, stimabile in circa il 10% - 12% degli accessi, che presenta sintomatologia e patologia tali da non permettere l'immediata dimissione e nemmeno una evidente necessità di ricovero.
Le situazioni cliniche che giustificano L'O.B.I. sono quelle che necessitano di un iter clinico diagnostico e terapeutico di norma non inferiore alle 4 o superiore alle 24 ore che indicativamente possono essere così elencate:

• Inizio terapie per stabilizzare, miglioramento le condizioni del paziente tale da poter essere poi proseguite senza problemi a domicilio
• Definizione diagnostica di sintomatologie dubbie
• Terapia risolutiva a breve termine per condizioni acute che richiedono un intervento terapeutico concentrato nel tempo, con possibilità di rapida e definitiva risoluzione

Rispetto a tali tipologie può essere considerata congrua una percentuale superiore al 60% di episodi che si concludano senza il ricovero del paziente. L'attività di O.B.I. e' caratterizzata da un'alta intensità di cure come impegno sia di personale che di accertamenti diagnostici e attività terapeutiche. Si configura come un "pacco" di risorse che comprendono, oltre all'osservazione medica ed infermieristica, un insieme di prestazioni sia di natura terapeutica e diagnostica.

La Cartella Clinica HIS di osservazione breve o temporanea, consente di registrare informazioni per il monitoraggio del paziente in Pronto Soccorso.
Sono a disposizione una serie di sub-applicazioni che consentono l’acquisizione, la gestione e l'aggiornamento delle informazioni definite durante l’iter del paziente in Pronto Soccorso e parte integrante della Cartella Clinica DEA.

La cartella clinica è modellabile con modelli tipo Word personalizzabili in relazione alle informazioni che si intendono gestire e integrati alle banche dati per acquisire tutti i dati e valori necessari di cartella. Altre informazioni vengono gestite con griglie tipo Excel anche queste personalizzabili in relazione alle informazioni che si intendono gestire e integrati alle banche dati per acquisire tutti i dati e valori necessari es. 'rilevazioni strumentali' è prevista una metodologia di rilevamento che consente la registrazione automatica dei dati e della data e ora di rilevamento con la presentazione e visualizzazione in tempo reale dei grafici dinamici delle rilevazioni. Inoltre la cartella e stata progettata per effettuare tutte le attività di attivazione di un percorso di cura per patologia, continuazione di un percorso di cura, Monitoraggio paziente da un percorso di cura.